ANSAcom

Bucci vuole a Genova il Salone Nautico del Mediterraneo

Cannes e Montecarlo vengano da noi. Cecchi: vinto virus e meteo

GENOVA ANSAcom

 "Nel 2022 il Salone Nautico di Genova avrà a disposizione 400 mila metri quadrati di darsene nautiche, un'opportunità per dire ai saloni di Cannes e Montecarlo 'venite a Genova', perché a Genova abbiamo una realtà importante con tutte le infrastrutture necessarie". Il sindaco di Genova Marco Bucci lancia l'idea di un solo grande salone del Mediterraneo che unisca i tre principali boat show nel giorno in cui il Nautico chiude la sua sessantesima edizione, che ha schierato 824 espositori con la presentazione in anteprima di 18 imbarcazioni, con 71.168 visitatori, il massimo consentito. "Genova deve diventare il Salone del Mediterraneo e siccome il Mediterraneo è il mare dove c'è l'80 per cento della nautica, potrebbe anche diventare il salone del mondo" sottolinea Bucci guardando al futuro che già il prossimo anno vedrà ampliarsi gli spazi con una nuova darsena da 80 mila metri quadrati.
"Fin da domani lavoreremo per portare il Salone ad essere nel 2022 il più bel salone del mondo" raccoglie il presidente di Confidustria Nautica Saverio Cecchi. Oggi intanto si festeggia la sfida vinta con questi sei giorni di esposizione. "Abbiamo sconfitto il Covid, abbiamo sconfitto le intemperie, abbiamo 71 mila supporter che ci hanno creduto, sono venuti al Salone, il primo riaperto in Europa in era Covid. Non ci credevano in molti, invece noi non abbiamo mai dubitato di farlo" dichiara Cecchi, soddisfatto perché se ai visitatori è stato messo un tetto per rispettare le norme di sicurezza, gli affari non sono mancati. "Alcune nostre imprese ci hanno confermato che per loro a livello di business è stato il migliore Salone degli ultimi 10 anni" dice Marina Stella, direttore generale di Confindustria Nautica e Cecchi aggiunge: "dal gommone da 5 mila euro alle barche più grandi tutti hanno lavorato e lavorato bene: hanno venduto". Sicurezza ed efficacia erano state le parole d'ordine della vigilia. "Qualche espositore lo abbiamo perso per strada, abbiamo dovuto sacrificare gli spazi espositivi rispetto alle scorse edizioni per consentire il livello di sicurezza - ricorda Alessandro Campagna, direttore dei Saloni Nautici, la società di Confindustria Nautica che organizza il Salone -, qualche altro non ci ha creduto, ma nei giorni scorsi qualcuno ha chiamato pentito di non essere stato presente".
Per Giovanni Toti, il presidente della Regione Liguria:"Questo è stato il Salone del coraggio, dell'intraprendenza della volontà di non farsi sopraffare dalla paura e anche della capacità organizzativa, visto che è andato tutto bene, nonostante il Covid e un'allerta che ha fatto molti danni". Ed è stato anche "la prova della resilienza di questo territorio e delle sue imprese" ha aggiunto. "Un salone di cui siamo particolarmente soddisfatti: sono anni che celebriamo Saloni Nautici particolarmente importanti, ma quest'anno lo è anche di più visto che è l'unico che si è svolto nel mondo".

In collaborazione con:
CONFINDUSTRIA NAUTICA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie